A Pescasseroli Maraini e io scopriamo Dio visto da Vito Mancuso mercoledì 24 agosto

.

0
0
0
s2sdefault

.

Quale Dio? Come possiamo ancora immaginarlo? Sono le domande che animano il libro del teologo Vito Mancuso “Dio e il suo destino”, pubblicato da Garzanti, e di cui l’autore parla con la scrittrice Dacia Maraini, direttrice artistica di “Lib(e)ri in scena”, e con lo scrittore Roberto Ippolito. L’appuntamento è alle 18.00 di mercoledì 24 agosto 2016, in piazza Benedetto Croce a Pescasseroli, cuore del Parco nazionale d’Abruzzo. Le letture sono affidate a Piera Degli Esposti, Chiara Colizzi e Franco Mannella. La rassegna “Lib(e)ri in scena”, giunta alla terza edizione, è promossa dalla Fondazione Sipari e ha come coordinatrice Simona Orsello.

Spiega Vito Mancuso: «Credo in Dio, ma non più nel Dio della dottrina ufficiale della Chiesa cattolica. Non credo più nel Dio del Credo, il Padre “onnipotente”, colui che in questo libro denomino Deus». Nell’incontro di Pescasseroli, dialogando con Dacia Maraini e Roberto Ippolito, ricostruisce le problematiche raffigurazioni della divinità nei secoli. E si riflette sulla chiesa cattolica oggi.