Faccio tornare bambina Clara Sánchez nell’antica atmosfera di Pienza sabato 18 maggio

.

0
0
0
s2sdefault

Conversazione nel tour di debutto di “L’estate dell’innocenza” (Garzanti) all’Emporio Letterario diretto da Giorgio Nisini

E all’improvviso Clara Sánchez ha nove o dieci anni. Non sta semplicemente guardando indietro con la memoria: si cala nella parte della piccola che è stata ormai tanto tempo fa. È lo scrittore Roberto Ippolito che fa tornare bambina la popolare autrice spagnola. Loro due conversano nel tour di debutto del romanzo di Clara Sánchez uscito in Italia da soli nove giorni “L’estate dell’innocenza”, pubblicato da Garzanti, L’appuntamento è alle 18.00 di sabato 18 maggio 2019 all’Emporio Letterario di Pienza, diretto da Giorgio Nisini, nel Cortile di Palazzo Piccolomini, Piazza Pio II 2.

Nel dialogo con Ippolito, nell’antica atmosfera del centro rinascimentale patrimonio Unesco in provincia di Siena, Clara Sánchez parla di un romanzo che ha dei punti di contatto con la sua infanzia. Il libro è centrato sulla magia dell’essere bambini, con la sua innocenza, durante le vacanze estive, in compagnia del mare della Costa Brava che brilla di mille puntini all’orizzonte e della sua famiglia un po’ fuori dagli schemi: donne tenaci, indipendenti e a volte nevrotiche, mai rassegnate al ruolo di mogli e madri.

In loro Beatrice vede la donna che vuole diventare. E intravede, senza capirlo appieno, l’equilibrio sottile delle relazioni con gli uomini, fatto di amore e, talvolta, dolore. E mentre suo padre sembra non interessarsi di nulla, ridotto a pura presenza fisica, lo zio Albert le chiede il vero motivo per cui da grande vorrebbe fare la scrittrice, ed è l’unico a dirle che la vita non è come appare: né migliore né peggiore, ma diversa. Beatrice è solo una bambina ma, in quell’estate, qualcosa comincia a cambiare. Con una crepa.

Clara Sánchez è l’unica scrittrice ad aver vinto con i suoi romanzi i tre più importanti premi letterari spagnoli: il premio Alfaguara con “La meraviglia degli anni imperfetti”, il premio Nadal con “Il profumo delle foglie di limone”, bestseller che ha venduto un milione di copie, in cima alle classifiche di vendita per anni, e il premio Planeta con “Le cose che sai di me”. In Italia sono tutti pubblicati da Garzanti, insieme a “La voce invisibile del vento”, “Le mille luci del mattino”, “Entra nella mia vita”, “La forza imprevedibile delle parole”, “L’amante silenzioso”, “L’estate dell’innocenza” e l’attesissimo seguito del Profumo, “Lo stupore di una notte di luce”. Nel 2018 ha partecipato con un racconto all’antologia su madri e figli intitolata “Tu sei parte di me”.

Roberto Ippolito è autore di libri d’inchiesta, giornalista e organizzatore di eventi culturali. Ha pubblicato “Ignoranti”, “Abusivi” e “Eurosprechi” con Chiarelettere. In precedenza “Evasori” e “Il Bel Paese maltrattato” editi da Bompiani e prima ancora ha pubblicato con Laterza. Porta la cultura nei luoghi più vari, ideando eventi nei centri commerciali come nei musei, allestendo giri in pullman o individuando strade particolari. Ha curato l'economia per il quotidiano "La Stampa" e diretto la comunicazione della Confindustria e le relazioni esterne dell'università Luiss dove è stato docente alla Scuola superiore di giornalismo.

L'Emporio Letterario di Pienza è organizzato, con la direzione artistica di Giorgio Nisini, per il settimo anno dalla Fondazione Caffeina Cultura con il supporto del Comune di Pienza e della Regione Toscana.

Foto Maurizio Riccardi.