Le “Ricette per ricominciare” sono servite: firmiamo le copie sabato 10, ricavato ai terremotati

.

0
0
0
s2sdefault

A “Più libri più liberi” all'Eur l’iniziativa di “Quaranta autori in cucina per la ricostruzione del Centro Italia”, Ali&no Editrice. Con me Chiara Gamberale, Simona Sparaco, Romana Petri, Paolo Di Paolo, Francesca Coppola, Valentina D’Urbano, Sandra Petrignani, Michela Monferrini, Clara Sereni, Giuseppe Di Piazza

Tutti ai fornelli! Ma solo dopo l’acquisto delle “Ricette per ricominciare”, il libro solidale che, per iniziativa di Ali&no Editrice, vede riuniti come dice il sottotitolo “Quaranta autori in cucina per la ricostruzione del Centro Italia”. Una parte di loro partecipa al firmacopie in programma alle 14.00 di sabato 10 dicembre 2016 a “Più libri più liberi”, la fiera nazionale della piccola e media editoria, al Palazzo dei congressi, all’Eur a Roma. Appuntamento allo stand H 11.

Interviene Roberto Ippolito, che è fra gli autori insieme a Chiara Gamberale, Simona Sparaco, Romana Petri, Paolo Di Paolo, Francesca Coppola, Valentina D’Urbano, Sandra Petrignani, Michela Monferrini, Clara Sereni, Giuseppe Di Piazza.

Il ricavato verrà destinato alla ricostruzione culturale delle zone ferite dal terremoto: sarà utilizzato, infatti, per l'acquisto e la fornitura diretta di materiali didattici, libri e attrezzature per le scuole, le mense e le biblioteche di Norcia e delle sue frazioni distrutte dal terremoto.

Le “Ricette per ricominciare” sono ricette del cuore e anche ricette scritte da ognuno con il cuore: pensando alle sofferenze di chi è stato colpito dal terremoto e alle enormi difficoltà da superare. Chiamati a raccolta, quaranta scrittori e giornalisti di tutta Italia hanno donato una ricetta con un frammento di memoria autobiografica legata al piatto proposto.

Con la regia di Francesca Silvestri, direttore editoriale di Ali&no, sono nate così le "Ricette per ricominciare”, un meraviglioso viaggio nell’intimità e nel calore che solo il cibo del “cuore” sa trasmettere, alla scoperta di ricettari di famiglia, piatti regionali o arcaici, profumi che evocano storie e che ritornano, come per magia, a curare, solo per pochi attimi, le ferite. Anche quelle dell’anima.

La ricetta per ricominciare di Roberto Ippolito è “Scialatielli Tuttitalia”: descrivendola da “romano ma non romano” Ippolito mette insieme legami e ricordi personali che toccano luoghi diversi con il pensiero finale per l’amica “che un giorno decise di cancellarsi”. Nel libro si possono trovare la ciambella della “madrina”, la teglia delle nonne marchigiane, il riso patate e cozze alla tarantina, la pasta con la muddica atturrata, la salama da sugo ferrarese e si possono fare tante scoperte golose.

Appena uscito, “Ricette per ricominciare” (54 pagine, 12 €) è acquistabile a “Più libri più liberi”, fino alla chiusura della fiera domenica 11 dicembre, allo stand H 11 di Ali&no. Può essere ordinato sul sito dell'editore (www.alienoeditrice.net), su Amazon e nelle librerie che stanno sostenendo l’iniziativa. Il libro viene poi presentato il 22 dicembre in anteprima nazionale a Perugia con il patrocinio del Comune. Altri appuntamenti sono in programma e organizzabili a richiesta.

Questi tutti i nomi degli autori delle “Ricette per ricominciare”: Esther Basile, Annalena Benini, Anna Buoninsegni Sartori, Sandra Cammelli, Marcella Cecconi, Simonetta Cinaglia, Francesca Coppola, Gigi Corsini, Valerio Corvisieri, Renata Covi, Manuela De Leonardis, Paolo Di Paolo, Giuseppe Di Piazza, Valentina D’Urbano, Giuliana Fanti, Valentina Farinaccio, Manuela Ferretti, Valentina Fortichiari, Patrizia Fortunati, Chiara Gamberale, Roberto Ippolito, Donato Loscalzo, Elena Macellari, Elena Masuelli, Michela Monferrini, Silvia Nucini, Carmen Pellegrino, Romana Petri, Sandra Petrignani, Mauro Pianesi, Flavia Piccinni, Cristiana Pumpo, Anna Rastello, Raffaele Riba, Clara Sereni, Puma Valentina Scricciolo, Giuliana Sgrena, Francesca Silvestri, Simona Sparaco, Vanna Ugolini, Graziano Vinti.

Il disegno pubblicato sulla copertina è di Fabio Sironi. Il libro è realizzato con la generosa collaborazione della Tipografia Digital Book di Città di Castello.