Subito affollati i “Libri al centro” con me. Cinecittàdue, al via Lodoli Beha poi Di Paolo Travaglio

.

0
0
0
s2sdefault

Libri al centro Cinecittàdue 07 aprile 2014 1 Marco Lodoli Roberto Ippolito e Marcello CiccaglioniLibri al centro Cinecittàdue 07 aprile 2014 2 Marco Lodoli e Roberto IppolitoLibri al centro Cinecittàdue 07 aprile 2014 3 Oliviero Beha e Roberto IppolitoLibri al centro Cinecittàdue 07 aprile 2014 4 Oliviero Beha e Roberto IppolitoLibri al centro Cinecittàdue 07 aprile 2014 5 Roberto Ippolito e Marcello CiccaglioniLibri al centro Cinecittàdue 07 aprile 2014 6 Marta Leonori e Roberto IppolitoLibri al centro Cinecittàdue 07 aprile 2014 7 Roberto IppolitoLibri al centro Cinecittàdue 07 aprile 2014 8 Roberto Ippolito(Comunicato stampa di "Libri al centro" 8 aprile 2014, in basso il programma)

SUBITO AFFOLLATI I “LIBRI AL CENTRO”

A CINECITTÀDUE

La gente sta con i libri con l’evento letterario diretto da Roberto Ippolito. L’unico per una settimana, fino a domenica 13, in un centro commerciale: Cinecittàdue occupata da scrittori e pubblico. Affluenza speciale sin dall’inizio con Lodoli e Beha. Poi martedì 8 Di Paolo e Travaglio. Mercoledì Manzini e Malvaldi; giovedì Fede e Tinto e Stella e Rizzo; venerdì  Castaldo e Gamberale; sabato Torregrossa, Polacchi, Gratteri, Nicaso e Gazzola. Domenica Tozzi, Scafuri, Vitali e Damilano.

E fu subito folla: sin dall’inizio i “Libri al centro” conquistano Cinecittàdue. Dall’incontro del debutto in poi, il primo evento letterario in assoluto mai realizzato in un centro commerciale per un’intera settimana richiama un’affluenza speciale. E’ già quasi impossibile trovare posto quando si comincia, alle 17.00 di lunedì 7 aprile 2014, con Marco Lodoli (a sinistra nelle prime due foto). Poi, alle 18.30, tocca a Olivero Beha (a sinistra nella terza e quarta foto) e c’è il pienone. Una partenza lanciata dunque seguita poi dagli appuntamenti di martedì 8 con Paolo Di Paolo e Marco Travaglio. E mercoledì 9 da quelli di Antonio Manzini e Marco Malvaldi. Fino alla sera di domenica 13.

“Volevamo portare i libri fra la gente e la gente sta con i libri; si scopre il piacere di trovarsi insieme in tanti per incontrare e ascoltare gli autori in un luogo in cui l’aggregazione avrebbe altre motivazioni” commenta Roberto Ippolito, direttore editoriale della manifestazione promossa da Cinecittàdue (viale Palmiro Togliatti, 2 Roma, a pochi passi dalla metro A) con la collaborazione delle librerie Arion e di Espressamente Illy.

Cinecittàdue è davvero letteralmente occupata dagli scrittori, come preannunciato, e da quanti sono accorsi per accoglierli sulla Terrazza interna al terzo livello (anche in anticipo per assicurarsi un posto a sedere). In un clima di grande distensione, con gli altoparlanti che rinunciano agli annunci pubblicitari, i libri attirano, monopolizzando l’interesse e condizionando la routine del centro commerciale. I protagonisti sono tutti autori di spicco. Giovedì sono in programma Fede e Tinto seguiti da Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo. Venerdì Gino Castaldo e Chiara Gamberale. Sabato Giuseppina Torregrossa, Stefano Polacchi, Nicola Gratteri, Antonio Nicaso e Alessia Gazzola. Domenica Mario Tozzi, Anna Scafuri, Andrea Vitali e Marco Damilano.

La novità di “Libri al centro”, una rassegna che non ha precedenti, pertanto è grande, come dice Lodoli avviandosi a illustrare il suo Vapore, pubblicato da Einaudi: “E’ fondamentale portare la cultura in posti diversi, rischiando l'incontro e lo scontro con la contemporaneità. Qui oggi c’è tutta la bellezza e la sporcizia del presente”. La scossa serve. Prendendo spunto dal titolo forte del suo libro Il culo e lo stivale (Chiarelettere) Beha sostiene che "non c'è più coraggio intellettuale e che la vera parolaccia è pusillanime, non culo".

Dei dati brutti, il brusco calo delle basse vendite dei libri e i sempre più scarsi livelli di lettura, si tenta di non parlarne nemmeno: “Non dobbiamo farci prendere dallo sconforto; la società civile deve reagire e trovare delle risposte” afferma Marcello Ciccaglioni, presidente dell’Associazione Commercianti di Cinecittàdue e del gruppo Arion (a destra nella prima e quinta foto). L’evento, finanziato solo dai cento negozi del centro commerciale, rappresenta dunque un segnale importante, con il sostegno del pubblico che ha scelto di essere qui.

E di come il segnale possa essere accolto dalle istituzioni si parla con Marta Leonori (nella sesta foto), Assessore comunale Roma Produttiva, intervenuta anche in rappresentanza del sindaco Ignazio Marino, impegnato a Madrid, e contenta di poter coniugare le sue competenze sul fronte economico con i fermenti e anche le esigenze della cultura. Quanto sia “importante rimettere i libri al centro, come sollecita il nome dell’evento”, viene evidenziato da Massimo De Simoni, assessore delle politiche del Commercio e dell’Artigianato del settimo municipio, ovvero di un’area di Roma estranea ai grandi eventi culturali benché molto popolata.

La letteratura entra così in modo prorompente nel centro commerciale. E’ l’attrice Ilaria Parisella a leggere la poesia “Torture” di Wislawa Zymborska di cui due strofe figurano sull’ultima di copertina del libro di Di Paolo, “Piccola storia del corpo” pubblicato da Giulio Perrone editore, un viaggio avventuroso nell’immagine del corpo fra arte e romanzi. Con Travaglio e il suo “Viva il re”, Chiarelettere si entra invece negli affanni quotidiani della politica, con la sua valutazione molto critica dei comportamenti del presidente della repubblica Giorgio Napolitano.

Molto interesse anche per la mostra “Vita da Strega” che racconta la storia del premio letterario più importante italiano realizzata dall’Archivio Riccardi e curata da Maurizio Riccardi e Giovanni Currado.

CinecittàDue, attento alla qualità di negozi e boutiques in un’atmosfera elegante, vuole primeggiare ancora, dopo essere stato il primo centro commerciale a sorgere a Roma, distinguendosi per la sensibilità nel promuovere la cultura attraverso l’organizzazione di mostre d’arte contemporanea. Da primato anche i numeri della catena Arion di Roma, la più grande fra quelle indipendenti con venti librerie, la disponibilità in tempo reale di 140mila titoli e soprattutto con la gestione affidata per ogni punto vendita, come viene sottolineato, a “autentici librai competenti”.

Gli editori che partecipano all’evento sono Chiarelettere, Contrasto, Einaudi, Feltrinelli, Gambero Rosso, Giunti, Laterza, Longanesi, Mondadori, Perrone, Rai Eri, Rizzoli, Sellerio.

Roberto Ippolito, direttore editoriale di “Libri al centro”, ha conosciuto un nuovo successo con “Ignoranti”, pubblicato da Chiarelettere, dopo i bestseller “Evasori” e “Il Bel Paese maltrattato”, entrambi editi da Bompiani. E’ organizzatore culturale e giornalista. Dal 2010 dirige il festival di Ragusa “A tutto volume”. Ha curato a lungo l’economia per il quotidiano “La Stampa”. E’ stato direttore della comunicazione della Confindustria e delle relazioni esterne della Luiss, dove ha insegnato alla Scuola superiore di giornalismo.


PROGRAMMA "LIBRI AL CENTRO" - Cinecittàdue dopo il via il 7 aprile 2014

MARTEDÌ 8 APRILE a "Libri al centro" (Cinecittàdue, viale Palmiro Togliatti, 2 - fermata metro A Subaugusta/Cinecittà), alle ore 17.00 appuntamento con Paolo di Paolo, autore di Piccola storia del corpo (Giulio Perrone) un breve saggio “storico” sulle diverse attribuzioni, valenze e concezioni che attraverso i secoli gli uomini hanno dato al corpo. L'incontro si apre con la lettura dell'attrice Ilaria Parisella della poesia di Wislawa Szymborska "Torture". Mentre alle 18.30 incontro con Marco Travaglio, uno dei giornalisti più discussi per parlare di uno dei protagonisti più discussi della politica: Giorgio Napolitano, ovvero, come recita il sottotitolo del libro, Viva il re (Chiarelettere), “il presidente che trovò una repubblica e ne fece una monarchia”. "Libri al centro" è un evento senza precedenti, il primo in un centro commerciale, diretto da Roberto Ippolito. Ingresso libero. http://www.cinecittadue.com/librialcentro

MERCOLEDÌ 9 APRILE, a "Libri al centro" (Cinecittàdue, viale Palmiro Togliatti, 2 - fermata metro A Subaugusta/Cinecittà), alle 17.00, Antonio Manzini, creatore di uno dei personaggi rivelazione degli ultimi tempi, il vicequestore Rocco Schiavone, parla al pubblico di La costola di Adamo (Sellerio). E si prosegue con il mistero; alle 18.30 Marco Malvaldi racconta il suo Argento vivo (Sellerio), un romanzo unico ma segnato dagli intrecci doppi, con il sapore di una commedia shakespeariana e del teatro classico, attraversati però dalle atmosfere di casa nostra. "Libri al centro" è un evento senza precedenti, il primo in un centro commerciale, diretto da Roberto Ippolito. Ingresso libero. http://www.cinecittadue.com/librialcentro

GIOVEDÌ 10 APRILE a "Libri al centro" (Cinecittàdue, viale Palmiro Togliatti, 2 - fermata metro A Subaugusta/Cinecittà), alle 17.00 incontro con la collaudata coppia di "Decanter" (Rai Radio2), Fede e Tinto, per sapere tutto sui vini bianchi e rossi, con il volume Sommelier ma non troppo... (Rai Eri) e alle 18.30 Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, i celebri autori della "Casta", affrontano in Se muore il Sud (Feltrinelli) la delicata e scottante questione del Mezzogiorno senza fare sconti a nessuno. "Libri al centro" è un evento senza precedenti, il primo in un centro commerciale, diretto da Roberto Ippolito. Ingresso libero. http://www.cinecittadue.com/librialcentro

VENERDÌ 11 APRILE a "Libri al centro" (Cinecittàdue, viale Palmiro Togliatti, 2 - fermata metro A Subaugusta/Cinecittà), si apre con Gino Castaldo, alle 17.00, e il suo Music:box (Contrasto). Un viaggio nella musica rock: da Madonna a Bob Marley, da Elton John a Michael Jackson uno dietro l’altro tutti i protagonisti mondiali degli ultimi cinquanta anni racchiusi in un volume con le immagini dei più grandi fotografi. Alle 18.30 si prosegue con Chiara Gamberale che, nel suo ultimo romanzo, Per dieci minuti (Feltrinelli), svela piccoli ma utili trucchi per adattarsi al cambiamento. Con lei, L’Ebernies e le loro canzoni. "Libri al centro" è un evento senza precedenti, il primo in un centro commerciale, diretto da Roberto Ippolito. Ingresso libero. http://www.cinecittadue.com/librialcentro

SABATO 12 APRILE a "Libri al centro" (Cinecittàdue, viale Palmiro Togliatti, 2 - fermata metro A Subaugusta/Cinecittà), alle 12.00 la scrittrice siciliana Giuseppina Torregrossa, con La miscela segreta di casa Olivares - Mondadori, inebria con l'aroma del caffè, raccontando al contempo la storia di una famiglia di torrefattori della Palermo del primo ‘900, la fortuna imprenditoriale prima, la devastazione della guerra poi, le speranze di rinascita. Una dichiarazione d’amore per la Sicilia, per Palermo, i suoi colori, i suoi odori e le sue atmosfere. Con la degustazione di Caffè illy. Ancora alle 15.30, Stefano Polacchi, con Oli d’Italia 2014 (Gambero Rosso) mostra tutti gli oli d’Italia. Regione per ragione, un viaggio nell’eccellenza italiana che rivela passione, arte, impegno imprenditoriale. Nomi, aziende e luoghi sono tutti nella Guida… tutta da degustare in diretta con un assaggio degli oli premiati. Nel pomeriggio, alle 17.00, Nicola Gratteri (procuratore aggiunto antimafia di Reggio Calabria) e Antonio Nicaso (uno dei maggiori esperti al mondo di ‘ndrangheta) raccontano in Acqua santissima (Mondadori) il delicato nodo tra la criminalità organizzata e le autorità ecclesiastiche. Mentre alle 18.30 l'appuntamento è con una delle autrici di gialli più letti del momento Alessia Gazzola, con Le ossa della principessa (Longanesi) e il personaggio di Alice Allevi, giovane specializzanda in medicina legale imbranata come Bridget Jones e intuitiva come Kay Scarpetta. L'attore Alberto Bognanni legge alcuni brani del libro. "Libri al centro" è un evento senza precedenti, il primo in un centro commerciale, diretto da Roberto Ippolito. Ingresso libero. http://www.cinecittadue.com/librialcentro

DOMENICA 13 APRILE a "Libri al centro" (Cinecittàdue, viale Palmiro Togliatti, 2 - fermata metro A Subaugusta/Cinecittà), alle 12.00 Mario Tozzi, Pianeta Terra: ultimo atto (Rizzoli), racconta come al peggio può non esserci mai fine. L’umanità sta provocando danni che potrebbero essere irreparabili se conferma gli stessi comportamenti degli ultimi tempi. Divoriamo, sporchiamo, devastiamo e ci illudiamo che poi la tecnologia ci salverà. Ma rischiamo davvero di scomparire se non cambiamo stile di vita. Alle 15.30 Anna Scafuri, giornalista Rai, conduce nel mondo del cibo. Con Una polpetta ci salverà (Giunti) svela tutti i segreti di un piatto simbolo del nuovo millennio: una risposta di risparmio e riuso al nostro presente di crisi economica, tra ricette, aneddoti e racconti. Alle 17.00 appuntamento invece con Andrea Vitali, che in Premiata ditta Sorelle Ficcadenti (Rizzoli) porta indietro nella provincia di una volta, ai primi del ‘900. Atmosfere di un’Italia ormai scomparsa, ma ben presente nei nostri ricordi, tra pettegolezzi, vicende al limite dell’assurdo, umorismo e saggezza popolare, personaggi familiari, con nomi e cognomi dal sapore antico che fanno sorridere e mettono un po’ di nostalgia. Alle 18.30 ultimo incontro della rassegna con Marco Damilano e con Chi ha sbagliato più forte. Le vittorie, le cadute, i duelli dall’Ulivo al Pd (Laterza), un­ saggio sulla sinistra italiana e i suoi rocamboleschi errori nella Seconda Repubblica: una “guerra civile” durata vent’anni e che ha condannato la sinistra a sconfitte disastrose, traghettandola dall’idea di democrazia dei cittadini alla palude delle larghe intese. "Libri al centro" è un evento senza precedenti, il primo in un centro commerciale, diretto da Roberto Ippolito. Ingresso libero. http://www.cinecittadue.com/librialcentro

LIBRI AL CENTRO

http://www.cinecittadue.com/librialcentro

Direttore editoriale: Roberto Ippolito

Ufficio stampa: Valentina Masilli, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 349 68 38 186

Facebook: https://www.facebook.com/librialcentro twitter: @librialcentro #Librialcentro





Guarda le gallerie fotografiche

  • 2014 12 26 Firenze, Roberto Ippolito
  • 2014 09 14 16. Conversano, Roberto Ippolito foto Olga Bellomo