Per mandare finalmente via le navi mostro dai merletti di Venezia basterà lo scontro con il battello?

.

0
0
0
s2sdefault

Foto con Gianni Berengo Gardin artefice da anni delle denunce dei pericoli con le sue mostre e il libro pubblicato da Contrasto

L’incidente temuto. L’incidente avvenuto. Che le colossali navi mostro da crociera nel cuore della laguna di Venezia fossero un incosciente rischio era fin troppo risaputo. Da anni e anni non si riesce ad allontanarle dal salotto della città merletto. Chissà se adesso, in seguito allo scontro la mattina di domenica 2 giugno 2019, tra la nave da crociera Opera della Msc e il battello River Countess, si può sperare di mandarle via finalmente. Chi ha il potere di decidere ragionerà?

Finora non è successo, anche se le navi mostro sono devastanti per gli occhi ostruendo la vista e per il territorio con la loro spaventosa pesantezza. Questi maestosi giganti del mare sono nemiche della voglia di gustare la bellezza e del turismo (serio). Chi vuole ammirare Venezia, invidiata dal mondo intero, può farlo anche senza sbarcare direttamente dentro la Basilica di San Marco.

Soltanto per far presente come il tempo è passato invano, ricordo di aver parlato delle ingombranti e minacciose navi da crociera nella laguna per la prima volta in pubblico inaugurando giovedì 10 luglio 2014 con Gianni Berengo Gardin, autore della mostra denuncia di fotografia “Mostri a Venezia”, la rassegna “Nel baule” ideata e condotta da me al Maxxi, il museo nazionale delle arti del XXI secolo a Roma presieduto da Giovanna Melandri.

Un anno prima si verificò un incidente mortale nel porto di Genova: l’abbattimento di una costruzione da parte di una nave. Al Maxxi Berengo disse: “Se succedesse qualcosa di simile a Venezia, verrebbe distrutto qualcosa che non è possibile rifare. Il pericolo è enorme, oltre all’inquinamento visivo e ai danni prodotti ai fondali dove ci sono le fondamenta in legno della città”.

Nel 2015 a Venezia il sindaco Luigi Brugnaro impedì l’allestimento di Mostri a Venezia” a Palazzo Ducale, realizzata poi altrove. E ora signor sindaco? Forse per comprendere la folle situazione sarebbero bastati gli scatti di Berengo Gardin contenuti nel suo libro “Venezia e le Grandi Navi” pubblicato da Contrasto. Immagini inquietanti.

Al Palazzo delle Esposizioni a Roma mercoledì 18 maggio 2016 venne inaugurata “Vera fotografia”, la rassegna a cura di Alessandra Mammì e Alessandra Mauro con i principali reportage di tutta la carriera di Berengo e comprendente quindi anche le immagini di Venezia oltraggiata (nella foto in alto). E tuttavia poi nessuna… vera decisione.