“Eurosprechi” primo in classifica a Biella dove dal 1903 la libreria Vittorio Giovannacci è storia

.

0
0
0
s2sdefault

Giacomo Puccini completa “Madama Butterfly” e Gustav Mahler la “Sinfonia n.5”, i fratelli Wright compiono il primo volo, Pio X è il nuovo Papa, vedono la luce la Pepsi Cola e il Tour de France. È il 1903: l’anno in cui a Biella nasce la libreria Vittorio Giovannacci. La libreria che prepara la classifica dei libri più venduti per il giornale locale “Eco di Biella”. Al primo posto sabato 5 novembre 2016 balza “Eurosprechi” di Roberto Ippolito, pubblicato da Chiarelettere.

Commenta Ippolito: “Che emozione conquistare la vetta con la libreria Vittorio Giovannacci che è storia a Biella e non soltanto a Biella e che rappresenta un punto di riferimento importante per la vitalità culturale contribuendo all’alto livello di lettura in tutta la sua area”.

La classifica testimonia il grande interesse suscitato da “Eurosprechi” che sta alimentando la discussione sulle sorti dell’Unione.

La libreria è guidata da Vilma Giovannacci insieme ai figli Davide ed Elisa con Federico Bertuzzi. Nelle infinte scaffalature di via Italia, la strada principale di Biella, è dunque in azione la quarta generazione della famiglia le cui origini risalgono a Montereggio, il paese dei librai in provincia Massa Carrara.