“Wilditaly”: “Abusivi” è “una raccolta” di “illegalità made in Italy”, “un’occasione di riflessione”

.

0
0
0
s2sdefault

Roberto Ippolito Abusivi Chiarelettere su Wilditaly 7 novembre 2014

“Wilditaly”, la testata di “informazione indipendente in internet”, definisce il libro di Roberto Ippolito “Abusivi”, pubblicato da Chiarelettere, “una raccolta” di “illegalità made in Italy”.

Scrive Diana Romersi, che ha intervistato l’autore (video e testo, pubblicati il 7 novembre 2014, visibili qui): Medici e operai, psicologi o contadini, non importa che siano laureati o con soltanto la licenza media, nati in Sicilia, in Toscana o nel Veneto, hanno tutti una caratteristica comune: vivono fuori dalle regole. Sono gli “abusivi”, una vera e propria classe sociale trasversale, dal gusto tutto made in Italy, protagonisti del nuovo libro del giornalista e scrittore Roberto Ippolito”.

Diana Romersi aggiunge che “Abusivi” rappresenta “un’occasione di riflessione per tutti gli italiani tanto indignati verso quei privilegi (più o meno legittimi) assunti dalla classe politica, ma che poi nel loro piccolo la imitano: arrogandosi diritti che non possiedono”.







Guarda le gallerie fotografiche

  • 2009 01 12 - Roma, Roberto Ippolito e Giorgio Napolitano
  • 2009 07 28 - Roma, Roberto Ippolito e a sinistra Eugenio Occorsio