In vino e in Rizzo veritas a "Libri al centro" a Cinecittàdue

.

0
0
0
s2sdefault

Libri al centro Cinecittàdue 10 aprile 2014 01 Sergio Rizzo e Roberto IppolitoLibri al centro Cinecittàdue 10 aprile 2014 02 Roberto Ippolito e Sergio RizzoLibri al centro Cinecittàdue 10 aprile 2014 03 Sergio Rizzo e Roberto IppolitoLibri al centro Cinecittàdue 10 aprile 2014 04 Tinto Fede e Roberto IppolitoLibri al centro Cinecittàdue 10 aprile 2014 05 Roberto Ippolito Fede e Tinto Il meglio e il peggio degli italiani. Virtù e vizi a confronto a "Libri al centro" a Cinecittàdue a Roma, il primo evento in assoluto realizzato in un centro commerciale e accolto da un continuo successo di pubblico, in corso da lunedì 7 fino a domenica 13 aprile 2014, di cui è direttore editoriale Roberto Ippolito. A rappresentare le prime (virtù), in arrivo direttamente da Vinitaly, Fede e Tinto (nelle ultime due foto), con il loro Sommelier ma non troppo… (Rai Eri) fresco vincitore del premio mondiale dell'editoria enogastronomica; a illustrare i secondi (vizi), ossia il malfunzionamento della macchina pubblica, Sergio Rizzo (nelle prime tre foto), editorialista del "Corriere della Sera" e autore con il collega Gian Antonio Stella del vendutissimo Se muore il Sud (Feltrinelli), dopo i riconoscimenti ottenuti insieme con La Casta e Vandali.

 

Battute esilaranti e tanta ironia gli ingredienti dell'incontro con i due "sommelier ma non troppo", approdati per sbaglio alle conduzione ormai decennale di "Decanter" (Radio2); nell'illustrare il loro libro al pubblico, in questo caso ebbro, di Cinecittàdue (Viale Palmiro Togliatti 2, metro A, www.cinecittàdue.com/librialcentro) il collaudato duo, frizzante come bollicine di champagne, dispensa suggerimenti pratici e indicazioni utili, svelando tutto quello che c'è da sapere sui vini bianchi, rossi e rosati. Non mancano ricordi di strane degustazioni condite da prese in giro dissacranti dei professionisti della materia, (loro amano piuttosto definirsi "due stolti con debito formativo da colmare", spiega Fede) e incursioni nel mondo della storia e della mitologia, da quella greca a quella romana, fino ai bunga bunga dei giorni nostri.

 

Dalle verità del vino a quelle scomode dell'attualità, nei dialoghi con Ippolito, impegnato "a far emergere a 'Libri al centro' la ricchezza dell'editoria italiana". Con Sergio Rizzo si passa dal riso all'indignazione, si entra negli scandali del Potere, negli affanni dello Stato. "Se muore il Sud è un libro doloroso, il meridione continua a essere in una situazione molto pesante e ci sono chiare responsabilità della classe dirigente del nostro Paese, completamente inadeguata", esordisce l'editorialista del "Corriere della Sera" davanti alla tanta gente presente, lettori fedelissimi e nuovi, clienti abituali o curiosi, arrivati qui ad ascoltarlo, stupiti e partecipi.

 

Senza fare sconti a nessuno il giornalista fornisce innumerevoli episodi documentati, riporta numeri, fa nomi e cognomi, puntando il dito sui privilegi, sull'insipienza della classe dirigente, sulle miniere in Sardegna e sul caso Bagnoli, sulla lascivia di quanti "continuano a non sentirsi italiani". Affronta, ancora, la questione scottante dello smaltimento dei rifiuti tossici in Campania (colpevole di aver marchiato per sempre uno dei nostri prodotti migliori, la mozzarella) e non risparmia le verità sul Nord, anch'esso responsabile. Questo, spiega Rizzo, incalzato dalle domande, "non è un libro sul Sud, ma sull'Italia, se muore il Sud muore l'Italia". E il pubblico applaude.

 

Cominciato lunedì 7, l’evento (che si avvale della collaborazione delle librerie Arion e di Espressamente Illy) sta registrando un successo di pubblico inarrestabile. Affollati tutti gli appuntamenti, sin dalle prime giornate, a partire da Marco Lodoli, Oliviero Beha, e poi Paolo Di Paolo e Marco Travaglio, Manzini e Malvaldi, Fede e Tinto e Sergio Rizzo. Mentre si attendono venerdì 11 Gino Castaldo e Chiara Gamberale. E si prosegue sabato 12 con Giuseppina Torregrossa, Stefano Polacchi, Nicola Gratteri e Antonio Nicaso e Alessia Gazzola, fino alla sera di domenica 13 con Mario Tozzi, Anna Scafuri, Andrea Vitali e Marco Damilano.

  

PROGRAMMA "LIBRI AL CENTRO" - Cinecittàdue 7/13 aprile 2014

CALENDARIO PROSSIMI APPUNTAMENTI

 

VENERDÌ 11 APRILE a "Libri al centro" (Cinecittàdue, viale Palmiro Togliatti, 2 - fermata metro A Subaugusta/Cinecittà), si apre con Gino Castaldo, alle 17.00, e il suo Music:box (Contrasto). Un viaggio nella musica rock: da Madonna a Bob Marley, da Elton John a Michael Jackson uno dietro l’altro tutti i protagonisti mondiali degli ultimi cinquanta anni racchiusi in un volume con le immagini dei più grandi fotografi. Alle 18.30 si prosegue con Chiara Gamberale che, nel suo ultimo romanzo, Per dieci minuti (Feltrinelli), svela piccoli ma utili trucchi per adattarsi al cambiamento. Con lei, L’Ebernies e le loro canzoni. Presente inoltre Giovanna Zucconi che, in veste di imprenditrice e fondatrice della Serra&Fonseca con il marito Michele Serra, porta a "Libri al centro" i suoi "profumi letterari", inebriando così il centro commerciale delle essenze di Camilleri (zagara) e Carofiglio (vetyver). "Libri al centro" è un evento senza precedenti, il primo in un centro commerciale, diretto da Roberto Ippolito. Ingresso libero. http://www.cinecittadue.com/librialcentro

 

SABATO 12 APRILE a "Libri al centro" (Cinecittàdue, viale Palmiro Togliatti, 2 - fermata metro A Subaugusta/Cinecittà), alle 12.00 la scrittrice siciliana Giuseppina Torregrossa, con La miscela segreta di casa Olivares - Mondadori, inebria con l'aroma del caffè, raccontando al contempo la storia di una famiglia di torrefattori della Palermo del primo ‘900, la fortuna imprenditoriale prima, la devastazione della guerra poi, le speranze di rinascita. Una dichiarazione d’amore per la Sicilia, per Palermo, i suoi colori, i suoi odori e le sue atmosfere. Letture di Stefania Blandeburgo. Con la degustazione di Caffè illy. Ancora alle 15.30, Stefano Polacchi, con Oli d’Italia 2014 (Gambero Rosso) mostra tutti gli oli d’Italia. Regione per ragione, un viaggio nell’eccellenza italiana che rivela passione, arte, impegno imprenditoriale. Nomi, aziende e luoghi sono tutti nella Guida… tutta da degustare in diretta con un assaggio degli oli premiati. Nel pomeriggio, alle 17.00, Nicola Gratteri (procuratore aggiunto antimafia di Reggio Calabria) e Antonio Nicaso (uno dei maggiori esperti al mondo di ‘ndrangheta) raccontano in Acqua santissima (Mondadori) il delicato nodo tra la criminalità organizzata e le autorità ecclesiastiche. Mentre alle 18.30 l'appuntamento è con una delle autrici di gialli più letti del momento Alessia Gazzola, con Le ossa della principessa (Longanesi) e il personaggio di Alice Allevi, giovane specializzanda in medicina legale imbranata come Bridget Jones e intuitiva come Kay Scarpetta. L'attore Alberto Bognanni legge alcuni brani del libro. "Libri al centro" è un evento senza precedenti, il primo in un centro commerciale, diretto da Roberto Ippolito. Ingresso libero. http://www.cinecittadue.com/librialcentro

 

DOMENICA 13 APRILE a "Libri al centro" (Cinecittàdue, viale Palmiro Togliatti, 2 - fermata metro A Subaugusta/Cinecittà), alle 12.00 Mario Tozzi, Pianeta Terra: ultimo atto (Rizzoli), racconta come al peggio può non esserci mai fine. L’umanità sta provocando danni che potrebbero essere irreparabili se conferma gli stessi comportamenti degli ultimi tempi. Divoriamo, sporchiamo, devastiamo e ci illudiamo che poi la tecnologia ci salverà. Ma rischiamo davvero di scomparire se non cambiamo stile di vita. Alle 15.30 Anna Scafuri, giornalista Rai, conduce nel mondo del cibo. Con Una polpetta ci salverà (Giunti) svela tutti i segreti di un piatto simbolo del nuovo millennio: una risposta di risparmio e riuso al nostro presente di crisi economica, tra ricette, aneddoti e racconti. Alle 17.00 appuntamento invece con Andrea Vitali, che in Premiata ditta Sorelle Ficcadenti (Rizzoli) porta indietro nella provincia di una volta, ai primi del ‘900. Atmosfere di un’Italia ormai scomparsa, ma ben presente nei nostri ricordi, tra pettegolezzi, vicende al limite dell’assurdo, umorismo e saggezza popolare, personaggi familiari, con nomi e cognomi dal sapore antico che fanno sorridere e mettono un po’ di nostalgia. Alle 18.30 ultimo incontro della rassegna con Marco Damilano e con Chi ha sbagliato più forte. Le vittorie, le cadute, i duelli dall’Ulivo al Pd (Laterza), un­ saggio sulla sinistra italiana e i suoi rocamboleschi errori nella Seconda Repubblica: una “guerra civile” durata vent’anni e che ha condannato la sinistra a sconfitte disastrose, traghettandola dall’idea di democrazia dei cittadini alla palude delle larghe intese. "Libri al centro" è un evento senza precedenti, il primo in un centro commerciale, diretto da Roberto Ippolito. Ingresso libero. http://www.cinecittadue.com/librialcentro

 

Qui link al canale youtube "Libri al centro" con tutti i video degli incontri con gli autori: https://www.youtube.com/channel/UCFfR8uEd_jXelZyaPVS75oQ

 

 

LIBRI AL CENTRO

http://www.cinecittadue.com/librialcentro

Direttore editoriale: Roberto Ippolito

Ufficio stampa: Valentina Masilli, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 349 68 38 186

Facebook: https://www.facebook.com/librialcentro twitter: @librialcentro #Librialcentro





Guarda le gallerie fotografiche

  • 2011 12 04 - Roma, da sinistra Roberto Ippolito, Marco Polillo e Ricardo Franco Levi
  • 2011 05 01 - Ragusa, Roberto Ippolito e a sinistra Nicola Gratteri